Programma del corso di Sintesi del suono

La Sintesi elettrica del suono è una pratica che da soli (100 storicamente) 50 (praticamente) anni è entrata, lentamente prima ed esplosivamente poi, nell’immaginario musicale collettivo, tanto che ora ALMENO la metà dei suoni ascoltabili in produzioni moderne, radio, dischi, supermercati, è sintesi, se non pura quasi. E’ un capitolo molto affascinante, utile e formativo del percorso di ciascun musicista e padroneggiarne i meccanismi intimi è tutt’altro che scontato ma sicuramente vantaggioso. Ampliare le possibilità timbriche non significa solo suonare quello che già è stato scritto tramite un timbro differente. Molto spesso infatti con gli strumenti di sintesi è la composizione a soggiacere alla timbrica dato che è il suono stesso a suggerire una linea melodico/percussiva piuttosto che un’altra. Questa, e svariate altre caratteristiche assolutamente singolari, fanno della sintesi uno stupefacente strumento, nel senso che lo stupore è sempre dietro l’angolo. Difficilmente si può lavorare con un synth e rimanere impassibili: un sorriso affascinato è più comune di quanto si pensi.

Ogni cassa, ogni basso, ogni pad, leader, coro alieno e voce psicotica, ogni uplift, onde del mare, sub-basse drm ‘n base, “stasi” dell’Enterprise, urla di battaglia di quei cosi che abbiamo visto nel signore degli anelli, colpi di frusta, passi di donna, gocce di rubinetto o clarino spaziale, è sintesi. Wall-e di Disney è un lungometraggio completamente sintetico.

Un sound designer deve conoscere la sintesi. Un tecnico pubblicitario, fonico da studio, post-produzione cinematografica anche. Un musicista moderno è facile che se ne giovi. Chi meglio di te può capire quale suono hai in mente?

 

PROGRAMMA CORSO DI SINTESI DEL SUONO

fisica del suono:

  • il suono: frequenza, lunghezza d’onda ed il timbro

  • il suono: dB. Definizione e concetto di livello

  • le curve isofoniche di Fletcher e Mudson

  • il sistema temperato Bachiano

  • teorema di Fourier (senza dimostrazioni matematiche)

  • teoria delle armoniche (cenni)

  • acustica applicata: i campi acustici, analisi modale ed analisi statistica di un ambiente chiuso. Correzione acustica degli ambienti

un po’ di storia:

  • il Telharmonium (introduzione al concetto di oscillatore sinusoidale)

  • il Singing Arc (introduzione al concetto di differenza di voltaggio)

  • l’Audion Valve (il triodo)

  • l’Optophonic Piano (dalla pittura al suono)

  • il Theremin (introduzione al concetto di amplificazione e di armoniche)

  • les Ondes Martenot (nascita della prima “tastiera” elettronica)

  • il Partiturofono di Mager (concetto di monofonia)

  • l’Iniezione Diretta

  • il Trautonium Telefunken

  • il Rythmicon

  • l’organo Hammond (breve analisi dello strumento), il diffusore Leslie (effetto Doppler) e lo Spring Reverb (il primo riverbero artificiale)

  • l’RCA MARK I Synthesizer

  • il Moog System 5 (il transistor)

  • il Mellotron (il primo campionatore)

  • il Vocoder

sintesi:

  • i modelli di sintesi (panoramica)

  • la sintesi additiva (pregi, difetti e motivazioni storiche del suo inutilizzo)

  • paragone con la sintesi sottrattiva

la sintesi sottrattiva:

  • forme d’onda tipiche nella sintesi sottrattiva (d’ora in poi è dato per scontato che ogniqualvolta possibile si analizzeranno le peculiarità di ogni argomento a video, con oscilloscopi ed analizzatori di spettro, oltre che con le orecchie naturalmente)

  • concetto di controllo in tensione (CV)

  • il VCO analogico

  • il VCO digitale

  • il VCO digitale ad alte frequenze (concetto di aliasing)

  • L’LFO (concetto di osc fonico e osc modulante)

  • il VCF

  • il KBD-tracking ed il keyfollow

  • il VCA, concetto di ADSR e di EG

  • inviluppi classici ed usi alternativi

i moduli modificatori:

  • il Ring Mod e la generazione di enarmonici

  • il sommatore e la generazione di battimenti

  • l’Envelope Follower

  • l’Invertitore di polarità (il compressore ed il sidechain, cenni)

  • il Freq to Voltage Converter

  • il S/H (Sample&Hold)

  • il Generatore di eventi casuali (concetto di Noise Generator, tipi di rumore utilizzati in musica ed in campo scientifico)

  • il Sequencer analogico e l’Arpeggiatore

  • il Legato (Glide o Portamento)

  • il Chorus e la stratificazione sonora

  • il Comb Filter

  • la distorsione: THD, valvolare, a transistor, Bitcrusher e distorsione d’intermodulazione

  • Il Vocoder

  • l’avvento della polifonia (1973) e dell’oscillatore digitale (gli anni ’90)

  • la sintesi sottrattiva TLO, differenze di funzionamento tra varispeed ed interpolazione

  • il campionamento (cenni)

esempi di prove pratiche comuni:

  • uso del filtro analogico. Differenze tra Ladder Moog ed il resto del mondo (Steiner, Vactrol, Polivoks, MS series, Wasp…)

  • l’importanza del feedback di risonanza

  • uso creativo del filtro

  • analisi in frequenza delle armoniche risultanti variando forma d’onda e tipologia di filtro

  • uso del sequencer analogico

  • uso dell’arpeggiatore

  • sintesi di un suono con differenti macchine (a valvole, a componenti discreti e digitali)

  • paragoni tra le varie unità presentate

  • sintesi di varie tipologie di suoni (bassi sintetici, lead synth, pad, key…)

  • uso di una macchina come processore audio in una catena di più unità

  • perché qualcosa di analogico verso la fine della catena?

  • valutazione dei problemi del mix: pregi e difetti della workstation hardware digitale

  • pregi e difetti del mix su DAW

  • pregi e difetti del mix puramente analogico e del mix ibrido

  • concetto di S/N ratio

sintesi FM: teoria e pratica

  • teoria della sintesi FM (carrier e modulator OSC, concetto di ratio)

  • macchine storiche e riferimenti alla discografia

  • prova pratica: su DSI Evolver uso della sintesi FM per creare patch armoniche ed inarmoniche (bells)

  • prova pratica: uso dell’FM su Waldorf Blofeld

  • paragoni tra sottrattiva ed FM

  • la sintesi per Distorsione di fase (cenni)

    1975 EMS Synthi-E, London

    Uno dei più affascinanti sintetizzatori della storia… EMS Synthi-E (1975)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...